Accesso
Prof.ssa ROBERTA GAFA'
 
Data di nascita: 23/11/1966 Qualifica: DIRIGENTE MEDICO
Reparto: ANATOMIA PATOLOGICA UNIVERSITARIA Numero di telefono dell'ufficio: 0532-236350
Fax dell'ufficio: 0532-248021 E-Mail: r.gafa@ospfe.it
 
Titolo di studio:
Conseguimento dell’Abilitazione Scientifica Nazionale alle funzioni di Professore Universitario di II fascia (ai sensi dell’art. 16 della Legge 240/2010) per il Settore Scientifico Disciplinare MED 08, Settore concorsuale 06/A4 Anatomia Patologica (tornata 2012) il 7/01/2014 • Diploma di Specializzazione in Anatomia Patologica presso l’Università degli Studi di Messina il 29 ottobre 1994 con voti 50/50 e lode • Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Catania il 6 Luglio 1990 con voti 110/110 e lode •
 
Altri titoli di studio/professionali:
Dottorato di Ricerca in “Biotecnologie applicate all’Anatomia Patologica” presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio-Emilia in data 25/02/2000 •
 
Esperienze professionali (incarichi):
Professore Universitario di II fascia di Anatomia Patologica presso la Sezione di Anatomia Patologica e Diagnostica Biomolecolare del Dipartimento di Morfologia, Chirurgia e Medicina Sperimentale dell’Università degli Studi di Ferrara dal 1 Maggio 2015 • Dirigente Medico di I livello di Anatomia Patologica a tempo indeterminato presso l’Unità Operativa di Anatomia Patologica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara dal 4 Marzo 2002 al 30 Aprile 2015 • Incarico Professionale di Alta Specializzazione denominato “Gestione informatica” presso la Unità Operativa di Anatomia Patologica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara dal 01/11/2013 a tutt’oggi • Dirigente medico di I livello di Anatomia Patologica a tempo indeterminato presso il centro di Citodiagnostica dell’Azienda USL di Ferrara dal 31/12/2001 al 3 Marzo 2002 • Componente della “Sezione di Diagnostica Biomolecolare” dell’Unità Operativa di Anatomia Istologia e Citologia Patologica • Comando finalizzato per la frequenza della Divisione di Ematopatologia del Department of Pathology and Laboratory Medicine presso il Weill Medical College of Cornell University, New York (Direttore della Divisione di Ematopatologia: Prof. G. Frizzera) dal Gennaio 2004 al Luglio 2004 • Nell’ambito degli obiettivi di qualità della Unità Operativa di Anatomia Patologica è: Responsabile del monitoraggio dell’indicatore di performance clinica: “Qualità diagnostica intraoperatoria” dal 2004 • Partecipa all'espletamento delle procedure di accreditamento istituzionale in particolare per quanto concerne la parte informatica; inoltre è stata responsabile della stesura di capitoli del Manuale Qualità ai fini dell’Accreditamento della Unità Operativa • Componente del gruppo Percorso Assistenziale Colon-Retto •
Competenze linguistiche:
Ottima conoscenza della lingua inglese •
Competenze nell'uso delle tecnologie:
Competenza nell’utilizzo delle metodiche di biologia molecolare in particolare: analisi molecolare dei microsatelliti, metilazione genica, analisi mutazionale mediante sequenziamento diretto di geni quali BRAF, KRAS, NRAS, EGFR, IDH1, analisi del riarrangiamento delle immunoglobuline e del TCR • Competenza in informatica: competenza nell’utilizzo del software gestionale di Anatomia Patologica WindoPath (Noemalife), del programma BrioQuery per la gestione ed elaborazione statistica dei dati di Anatomia Patologica e del programma di statistica SPSS • Referente per la gestione informatica della Unità Operativa di Anatomia Patologica per quanto riguarda il sistema di refertazione, la gestione del laboratorio, e per il monitoraggio di tutti gli aspetti qualitativi e quantitativi dell’attività diagnostica della Unità Operativa. •  
Attività didattica:
Docente nel corso di Laurea in Medicina e Chirurgia e nel corso di Laurea in Tecniche di Laboratorio Biomedico • Docente nella Scuola di Specializzazione in Anatomia Patologica • Docente nel corso "Normal and abnormal growth of tissues and organs" organizzato dall’Università degli Studi di Ferrara in collaborazione con l'Università di Maastricht, dall’anno accademico 2012/2013 • Svolge Attività Tutoriale per l’attività diagnostica Autoptica, Macroscopica, Istopatologica e Citopatologica effettuata dagli Specializzandi in Anatomia Patologica • Attvità Tutoriale per la stesura di Tesi di Laurea in Medicina e Chirurgia, per Tesi di Specializzazione in Anatomia Patologica e per tesi Laurea in Tecniche di Laboratorio Biomedico, anche con ruolo di Relatore e Correlatore •
Attività scientifica:
Fin dal 1992 ha svolto attività di ricerca in campo istopatologico e biomolecolare oncologico prevalentemente nell’ambito dello studio dei tumori del colon-retto. Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca, finanziati dal MIUR, dall’AIRC, dal CNR, dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, dall’Università di Ferrara e dalla Regione Emilia Romagna, sulla caratterizzazione patologica, immunoistochimica e molecolare delle neoplasie colorettali. Ha svolto attività di ricerca anche in qualità di Responsabile Scientifico di “Progetti Giovani Ricercatori” finanziati dell’Università degli Studi di Ferrara. In particolare ha approfondito lo studio del significato prognostico delle delezioni alleliche (LOH) nel carcinoma del colon, l’analisi immunoistochimica delle proteine del mismatch repair e l’analisi genetica della instabilità dei microsatelliti nei carcinomi colorettali ai fini di una stratificazione prognostica dei pazienti e per la individuazione delle forme ereditarie (sindrome di Lynch). Nell’ambito della ricerca sui carcinomi del colon-retto ha contribuito alla identificazione dell’istotipo midollare introdotto nell’ultima classificazione WHO. Più recentemente l’attività di ricerca si è rivolta allo studio della metilazione genica nel carcinoma colorettale, all’analisi dei profili di espressione degli RNA messaggeri e dei micro RNA e all’analisi mutazionale mediante sequenziamento diretto di geni quali BRAF e KRAS. E’ AUTRICE di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali e ha partecipato a numerosi congressi nazionali e internazionali presentando contributi scientifici originali. h-index: 20 • PARTECIPAZIONE A STAGE Corso di perfezionamento in “Le tecniche di Biologia Molecolare in Anatomia Patologica” dal 16/11/1992 al 28/11/1992 presso l’Anatomia patologica dell’ Ospedale San Paolo - Università degli Studi di Milano • SOCIETA' SCIENTIFICHE Membro della United States and Canadian Academy of Pathology (USCAP) • Membro della American Society of Clinical Pathology (ASCP) • Membro della European Society of Pathology (ESP) • Membro della Società Italiana di Anatomia Patologica e Citologia (SIAPEC) •
Interessi clinici e/o scientifici:
Svolge regolare attività assistenziale (diagnostica istopatologica, citopatologica, autoptica e biotecnologica) presso la Unità Operativa di Anatomia Patologica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara. Sebbene si sia sempre occupata della diagnostica anatomo-patologica di tutti gli apparati si è dedicata particolarmente alla patologia del tratto gastroenterico, all’ematopatologia e alla diagnostica molecolare. Diagnostica istopatologica del tratto gastroenterico: dal 1992 si interessa della diagnostica istopatologica del tratto gastroenterico e in particolare della patologia neoplastica del colon-retto dando un rilevante contributo alla introduzione della Diagnostica Biomolecolare per il carcinoma del colon-retto, nell’ambito della quale, a decorrere dal 1998, vengono refertati numerosi parametri biomolecolari. Ha partecipato come autore alla stesura e alla pubblicazione delle linee guida per la diagnostica istologica dei tumori del colon-retto • Diagnostica molecolare oncologica per terapie a bersaglio molecolare • Diagnostica istopatologica dell’apparato emolinfopoietico: a decorrere dal 2004 con il comando finalizzato presso la Division of Hematopathology - Department of Pathology and Laboratory Medicine, Weill Medical College of Cornell University, New York (Direttore: Prof. Glauco Frizzera) ha focalizzato il proprio interesse nella emolinfopatologia e dal 2007 è referente per la emolinfopatologia della Unità Operativa di appartenenza. In questo settore oltre all’approfondimento degli aspetti isto-citopatologici ha sviluppato e introdotto nella Unità Operativa la metodica dell’analisi del riarrangiamento delle immunoglobuline e del TCR per la valutazione della clonalità nei processi linfoproliferativi B e T linfocitari •