Accesso
Dott. SERGIO BOCCIA
 
Data di nascita: 01/06/1954 Qualifica: DIRIGENTE MEDICO
Reparto: GASTROENTEROLOGIA Numero di telefono dell'ufficio:
Fax dell'ufficio: E-Mail: s.boccia@ospfe.it
 
Titolo di studio:
laureato in medicina e chirurgia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Universita’di Ferrara nel luglio 1978 con 110 / 110 e lode. Specializzato in Malattie dell’Apparato digerente presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Ferrara in data 1982 con 70/70 e lode. Specializzato in Oncologia Medica presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Ferrara in data 1985 con 70/70.
 
Altri titoli di studio/professionali:
idoneità primariale in gastroenterologia
 
Esperienze professionali (incarichi):
Dal dicembre 1980 Assistente di ruolo presso il Servizio di Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva dell’Arcispedale S.Anna, dal Luglio 1990 Aiuto Corresponsabile presso il medesimo Servizio. Titolare del Modulo Epatopatie croniche virali dal novembre 95. Dal marzo 2002 titolare dell’Unita Semplice di Fisiopatologia Digestiva ( ph metria esofagea, Manometria esofagea, Breath tests , Endoscopia con videocapsula) Responsabile qualità ed accreditamento U.O di Gastroenterologia
Competenze linguistiche:
inglese livello medio/avanzato
Competenze nell'uso delle tecnologie:
Ha effettuato oltre 18000 EGDS, oltre 8000 Colonscopie ed oltre 900 ERCP, prevalentemente di tipo interventivo ed è esperto di tecniche endoscopiche operative quali scleroterapia e legatura di varici esofagee, dilatazioni e posizionamento di protesi esofagee, laserterapia endoscopica, polipectomie, estrazione di calcoli biliari e palliazione di stenosi biliari.  
Attività didattica:
1985 docente di Metodologia Speciale in Gastroenterologia e dal 1991 docente di Endoscopia Digestiva presso la Scuola di Specializzazione di Gastroenterologia dell’Università di Ferrara
Attività scientifica:
Componente commissione Epatologia AIGO nazionale.
Interessi clinici e/o scientifici:
trattamento dell’ascite intrattabile, la sindrome epatorenale, le infezioni nel cirrotico, la prevenzione dell’incidenza di HCC con terapia long term con interferone, terapia epatiti croniche hcv e hbv correlate , valutazione pazienti per trapianto di fegato