Accesso
DOTT.SSA CHELLA VAVALLE
 
Data di nascita: 09/07/1973 Qualifica: DIRIGENTE MEDICO
Reparto: GERIATRA Numero di telefono dell'ufficio: 0532-237182
Fax dell'ufficio: 0532-236301 E-Mail: c.vavalle@ospfe.it
 
Titolo di studio:
• 1992: Maturità classica conseguita presso il Liceo Statale “L.Ariosto” di Ferrara con la votazione di 54/60. •1998: Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso l’Università degli Studi di Ferrara. Voto: 110/110 cum lodem. Tesi di laurea svolta presso l’Istituto di Medicina Interna I dell’Università degli Studi di Ferrara dal titolo: “CD4/CD8 quale fattore predittivo di risposta alla terapia con Interferone in pazienti HCV positivi”.1998. •1999: Abilitazione all’esercizio della professione medica conseguita presso l’Università di Ferrara con votazione di 40/40 e successiva iscrizione all’Albo dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Ferrara.
 
Altri titoli di studio/professionali:
•Ottobre 2003 conseguimento della Specializzazione in Medicina Interna, Università degli Studi di Ferrara con la votazione di 50/50 cum lodem. Tesi di Specialità svolta presso l’Istituto di Medicina Interna II dell’Università degli Studi di Ferrara dal titolo: “Mortalità a breve termine ed utilizzo di ACE-Inibitori ed Antiedemigeni in un campione di pazienti anziani colpiti da ictus ischemico in fase acuta”.
 
Esperienze professionali (incarichi):
•dal Luglio 1998: frequenza presso l’Istituto di Medicina Interna I e II dell’Università degli Studi di Ferrara con attività sia in ambito di degenza ospedaliera e Universitaria sia in ambito ambulatoriale internistico, dei disordini alimentari e dei disturbi del metabolismo e inerente lo studio delle demenze e dei disordini cognitivi. •Dal Novembre 2001 al Luglio 2003 ha potuto svolgere parte della propria attività, assumendo buona esperienza, presso l’Ambulatorio delle Dislipidemie e dell’Aterosclerosi dell’Ospedale Sant’Anna di Ferrara. •dall’Agosto 2003 al Novembre 2003 ha svolto la proprio attività medica come medico frequentatore presso il reparto di Geriatria dell’Arcispedale Sant’Anna e successivamente dal Dicembre 2003 ha iniziato un incarico di Collaborazione Libero professionale per l’Azienda Ospedaliera presso la sopracitata Unità Operativa per 38 ore settimanali; interrotto nel Febbraio 2005 per maternità. Durante questo servizio ha potuto approfondire la propria competenza in ambito clinico Geriatrico occupandosi sia dell’attività di degenza che ambulatoriale. Particolare rilievo nel suo operato è stato dato allo studio ed al trattamento delle demenze e dei disturbi cognitivi. •Dal Novembre 2003 ha inoltre partecipato ad uno Studio promosso dalla Sanofi-Sinthelabo (A randomized, multicenter, double-blind, placebo-controlled, 18-month study of the efficacy of Xaliproden in patients with mild to moderate dementia of Alzheimer’s type-EFC2724 study) inerente l’utilizzo di una molecola farmacologica lo Xaliprodene nella malattia di Alzheimer (classe II) partecipando nel Novembre 2003 ad un corso di formazione tenutosi a Parigi (7-8 Novembre) ed al successivo arruolamento dei pazienti presso l’U.O. di Geriatria dell’Arcispedale Sant’Anna. •Nei mesi di Ottobre e Novembre 2005 ha ripreso la propria attività medica come Medico volontario presso l’U.O. di Geriatria dell’Arcispedale Sant’Anna con attestazione di regolare frequenza. •Dal 21 Novembre 2005 ha iniziato un incarico di collaborazione Libero professionale a favore dell’Azienda USL di Ferrara in qualità di Geriatra presso la RSA e la Lungodegenza del distretto Sud-Est e dell’Ospedale del Delta per 36 ore settimanali. Questo incarico le ha permesso di acquisire una buona conoscenza e gestione della rete dei Servizi territoriali, facendo essa parte della Commissione di Unità di Valutazione Geriatrica (UVG). ed occupandosi inoltre dell’attività clinica presso le RSA di Codigoro e di Portomaggiore e presso l’U.O. di Lungodegenza dell’Ospedale del Delta, uno dei due presidi Ospedalieri del Distretto Sud-Est di Ferrara e di attività Ambulatoriale presso l’Ambulatorio specialistico per le demenze di Portomaggiore (ex progetto CRONOS) e presso l’Ambulatorio Geriatrico di Codigoro e Portomaggiore. •Dal 05 Dicembre 2006 ha iniziato un incarico a tempo determinato a favore dell’Azienda USL di Ferrara in qualità di Geriatra presso il Modulo Anziani del distretto Sud-Est e l’U.O. di Lungodegenza dell’Ospedale del Delta. •Dal 01 Marzo 2007 ha contratto rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato nel profilo di Dirigente Medico, disciplina Medicina Interna a favore dell’ASL Locale di Ferrara presso l’U.O di Geriatria e Lungodegenza dell’Ospedale del Delta. •Dal 01 Agosto 2010 ha contratto rapporto di lavoro a tempo indeterminato nel profilo di Dirigente Medico presso l'U.O. di Geriatria dell'Azienda Ospedaliera Sant'Anna di Ferrara (tutt'ora in corso).
Competenze linguistiche:
Italiano, Inglese, Francese (parlato e scritto).
Competenze nell'uso delle tecnologie:
Strumenti e metodiche proprie della Valutazione Multidimensionale utilizzati nell’ambito dell'Unità di Valutazione Geriatrica Ospedaliera. Ottima conoscenza nell'utilizzo di applicazioni informatiche in ambiente Windows e Macintosh. •Esecuzione di: incanulamento di vena periferica, emogasanalisi, paracentesi, toracentesi, esplorazione prostatica, esplorazione rettale, posizionamento di catetere vescicale, posizionamento di sondino naso-faringeo, posizionamento di sondino naso-gastrico, lettura del fondo dell’occhio. •Metodologie per la valutazione multidimensionale del paziente anziano: ADL, IADLIndice di Katz, Indice di Barthel, Scala di Lawton-Brody, Mini Nutrition Assestment, CIRS, Scala di Norton. •Metodologie per la valutazione dello stato cognitivo del paziente anziano:SPMSQ, Mini Mental State Examination, Short Portable Mental Status Questionaire, IQ code, Test delle 15 parole di Rey, Token test, Matrici attenzionali numeriche, Matrici progressive di Raven, Digit Span, copia disegni (prassia costruttiva), Test di fluenza verbale per lettere, Test di fluenza verbale per categorie, Test del Raccontino, effetto primacy, effetto recency, span di cubi MBT, span di cifre MBT, Torri di Hanoi (di Londra), Clock drowing, Scala di Hachinski; Frontal assessment battery, Adas-Cog. •Metodologie per la valutazione dello stato affettivo-comportamentale del paziente anziano: Geriatric Depression Scale, UCLA Neuropsychiatric Inventory. •Valutazioni antropometriche. Attività di Ricerca •Studio dei fattori di rischio di demenza vascolare •Studio del metabolismo lipidico, livelli di lipoproteina (a), ed isoforme di apo (a) nella demenza vascolare e di Alhzeimer •Studio di polimorfismi genetici geni ACE, MTHFR, paraoxonasi, apo E, apo (a) nella demenza vascolare e di Alzheimer. •Studio dello stato affettivo del paziente anziano ricoverato •Fattori di rischio e fattori predittivi per ictus cerebri Metodologie di ricerca acquisite •Metodologie di analisi statistica; uso delle principali funzioni dei programmi Systat, SPSS e STATA. Nel Giugno 2001 ha frequentato il Corso svoltosi a Ferrara di Rianimazione Cardiopolmonare e defibrillazione precoce per operatori sanitari (BLS-D-B I.R.C. Italian Resuscitation Council), addestrandosi nella Rianimazione Cardiopolmonare di Base con uso di defibrillatori semi-automatici esterni (DAE). Ha ottenuto un punteggio al 83% ed ha dato corretta risposta a 14 domande su 16. Nell’Ottobre-Dicembre 2005 ha partecipato a Corso di formazione: “Le strategie del colloquio motivazionale breve nella relazione con il paziente geriatrico ed i suoi familiari” promosso dal Centre for Motivation & Change (Associazione Europea dei formatori al Colloquio Motivazionale) della durata di 20 ore.  
Attività didattica:
Attività scientifica:
Autrice di pubblicazioni edite a stampa a carattere nazionale ed internazionale e di comunicazioni scientifiche a congressi a valenza nazionale ed internazionale. Principali: Articoli su riviste scientifiche •G. Zuliani, A. Ble’, R. Zanca , M.R. Munari, A. Zurlo, C. Vavalle, A.R. Atti, R. Fellin: Genetic polymorphisms in older subjects with vascular or Alzheimer's dementia. Acta Neurologica Scandinavica 2001 May;103(5):304-8. •A. D’Ambrosi, A. Verzola, P. Buldrini, C. Vavalle, S. Panareo, S. Gatti, R. La Corte, L. Vicentini, A. Boccafogli, R. Scolozzi: Gli anticorpi antiduttuli e l’insufficienza subclinica del pancreas esocrino nella sindrome di Sjogren. Recenti progressi in Medicina Vol 89 -Numero 10- Ott. 1998: 504-509. •A. D’Ambrosi, S. Panareo, A. Verzola, C. Vavalle, P. Buldrini, S. Gatto: Terapia Medica del morbo di Crohn. Malattia di Crohn e Rettocolite ulcerosa.. •G. Zuliani, R. Zanca, A. Ble', M.R. Munari, A. Zurlo, C. Vavalle, A.R. Atti, R.Fellin: Factors associated with dementia in subjects with cerebrovascular disease. Archives of Geriatrics and Gerontology 2001; suppl. 7: 443-451. •G. Zuliani, A. Ble’, R. Zanca, M.R. Munari, A. Zurlo, C. Vavalle, A.R. Atti, R. Fellin: Lipoprotein profile in older patients with vascular dementia and Alzheimer’s disease. BMC Geriatrics 2001; 1: 5. •G. Zuliani, A. Cherubini, A.R. Atti, A. Ble’, C. Vavalle, F. Di Todaro, C. Benedetti, S. Volpato, M.G. Marinescu, U. Senin, R. Fellin: Low cholesterol is associated with short-term mortality in older subjectes with ischemic stroke. Journal of Gerontology A: Medical Sciences 2004; Vol 59A, n.3, 293-297. •G. Zuliani, A. Cherubini, A.R. Atti, A. Blè, C. Vavalle, F. Di Todaro, C. Benedetti, S. Volpato, M.G. Marinescu, F. Schiena, U. Senin, R. Fellin: Prescription of anti-oedema Agents and Short-term Mortality in Older Patients with Acute Ischaemic Stroke. Drugs Aging 2004; 21(4): 273-278. •G. Zuliani, A. Cherubini, S. Volpato, A.R. Atti, A. Blé, C. Vavalle, F. Di Todaro, C. Benedetti, C. Ruggiero, U. Senin, R. Fellin: Treatment with ACE-inhibitorso is associated with a reduction in short-term mortality in older patients with acute ischemic stroke. Journal of Gerontology A: Medical Sciences (lavoro accettato). 1)M. Ranzini, A.R. Atti, A. Blé, C. Vavalle, F. DiTodaro, C. Benedetti, M.G. Marinescu, R. Fellin, A. Cherubini, G. Zuliani: Farmaci antiedemigeni e mortalità a brevet ermine in pazienti anziani con ictus ischemico in fase acuta.. Journal of Gerontology 2006; LIV: 96-101.
Interessi clinici e/o scientifici:
Strumenti e metodiche proprie della Valutazione Multidimensionale Geriatrica. Strumenti e metodiche di valutazione dello stato nutrizionale, dislipidemie, obesità. Patologia cardiovascolare e cerebrovascolare del paziente anziano. Strumenti e metodiche UVG e gestione rete assistenziale territoriale. Studio dei fattori di rischio di demenza vascolare Studio del metabolismo lipidico, livelli di lipoproteina (a), ed isoforme di apo (a) nella demenza vascolare e di Alhzeimer. Studio di polimorfismi genetici geni ACE, MTHFR, paraoxonasi, apo E, apo (a) nella demenza vascolare e di Alzheimer. Studio dello stato affettivo del paziente anziano ricoverato. Fattori di rischio e fattori predittivi per ictus cerebri.