Accesso
Dott. ENZO BIANCHINI
 
Data di nascita: 15/10/1955 Qualifica: DIRIGENTE MEDICO
Reparto: ANATOMIA E ISTOLOGIA PATOL. Numero di telefono dell'ufficio:
Fax dell'ufficio: E-Mail: e.bianchini@ospfe.it
 
Titolo di studio:
Bianchini Enzo 15 ottobre 1955 Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Ferrara.
 
Altri titoli di studio/professionali:
Specializzazione in Anatomia Patologica presso l’università degli studi di Ferrara.
 
Esperienze professionali (incarichi):
Esperienze professionali e incarichi ricoperti Assistente Medico di ruolo dal 1-07-1986 al 1-01-1989, poi Aiuto Corresponsabile ospedaliero dal 1- 02-1989 al 1- 09-1989, di Anatomia ed Istologia Patologica citodiagnostica presso Ospedale Civile dei Comuni della Bassa Bergamasca U.S.S.L. 32. Aiuto Corresponsabile presso il Servizio di Anatomia Patologica USLL. 18 di Rovigo dal 1/09/1989 al 31- 06- 2010; ricoprendo altri incarichi tra cui : • incarico professionale di alta specializzazione e strategico e attualmente incarico di competenza professionale. • Responsabilità di modulo organizzativo “immunoistochimica e tecnologia biomediche applicata alla diagnostica. • Responsabile 1° livello nella citologia cervico-vaginale nell’ambito del progetto aziendale Screening. Patologo referente per gli screening aziendali del carcinoma della mammella e per il carcinoma del colon-retto. • Responsabile SOS, Struttura organizzativa semplice di “Diagnostica cito-istologica di screening” con responsabilità organizzativa e tecnica del personale coinvolto, mantenendo i rapporti istituzionali tra l’azienda USL 18 di Rovigo con il Registro Tumori del Veneto e il Centro di Riferimento Oncologico Regionale Padova. • Fa parte del gruppo dei patologi referenti regionali per l’elaborazione e l’applicazione delle linee guida, dei controlli di qualità intra-interlaboratorio per quanto riguarda gli screening attivi della regione Veneto. • Dal 1-01-2007 al 30- 04-2007 ha ricoperto il ruolo di Primario f.f. della struttura complessa di Anatomia Patologica di Rovigo • E' qualificato come Auditor dal 2002 e segue lo sviluppo del sistema qualità del servizio di Anatomia Patologica, in particolare per quanto riguarda i controlli di qualità negli screening aziendali e in immunoistochimica. Dal 1-07-2010 a tutt’oggi dirigente medico disciplina di Anatomia ed Istologia Patologica Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara
Competenze linguistiche:
Buona conoscenza inglese letto e scritto, sufficiente parlato, sufficiente francese parlato e scritto.
Competenze nell'uso delle tecnologie:
Buon utilizzo del PC: Microsoft office, pasta elettronica e del sistema Windopath e Athena per la SOC di Anatomia Patologica. Microscopia ottica tradizionale e fluorescenza. Buon utilizzo del sistema di Telepatologia Aperio per la digitalizzazione dei preparati citotologici ed istologici.  
Attività didattica:
Docente alla Scuola Infermieri Professionali della U.S.S.L. 32 di Treviglio nelle disciplina di anatomia normale e fisiologia negli anni 1986-87 e 1897-88 (90 ore/anno).
Attività scientifica:
Partecipazione a convegni, seminari e pubblicazioni Autore, insieme ad altri di 111 lavori comprendenti pubblicazioni, comunicazioni e poster su riviste nazionali ed internazionali. Relatore in diversi congressi Nazionali. Ha partecipato a più di 200 corsi di aggiornamento. E' referente patologo RIMM (Registo Italiano per lo studio della Mielofibrosi con Metaplasia Mieloide) per l'ospedale di Rovigo Collabora al progetto AIRC 2003: Identificazione di gruppi di indicatori molecolari prognostici per aggressività tumorale in carcinomi della mammella in post-menopausa; organizzato dal Prof. Saverio Alberti responsabile Unit of Cancer Patholoy Center for excellence in research on aging University "G. D'Annunzio" Chieti. Collabora al progetto multicentrico di formazione su: Significato clinico e appropriato utilizzo della ricerca di sequenze HPV umano nel triage di donne diagnosi di ASC-US allo screening citologico per la prevenzione del carcinoma della cervice uterina organizzato dal Registro Tumori del Veneto e coordinato dall'ULSS 16. Collabora alla Ricerca Sanitaria Finalizzata anno 2004 : "Caratterizzazione clinico-patologica e molecolare del carcinoma mammario in età giovanile = o < di 35 anni"; responsabile scientifico della ricerca Prof. Cetto Gian Luigi. Collabora allo "Studio prospettico sul ruolo prognostico dell'amplificazione dell'oncogene HER-2/C-NEU nella risposta alla ormonoterapia con inibitore dell'aromatasi (exemestane) nelle pazienti con carcinoma mammario localmente avanzato o metastatico in post-menopausa: Responsabile scientifico alla ricerca Prof. Silvio Monfardini.
Interessi clinici e/o scientifici:
Segue con maggiore interesse la patologia emolinfoproliferativa, mammaria e del tratto genitale femminile. Attualmente svolge ruolo di diagnostica apicale per l'apparato gastrointestinale e per le patologie cutanee. E' inoltre coinvolto intensivamente nella diagnostica cervicovaginale da screening.